Al Centro Sportivo Vismara di Milano, in un classico primo pomeriggio assolato di primavera inoltrata, Bonansea salta secca Tucceri Cimini sulla destra al 20′ e crossa in mezzo all’area col sinistro in caduta dove Zamanian viene anticipata splendidamente da Giuliani in uscita con la mano destra, poi Grosso recupera palla e conclude subito a rete col piatto sinistro, ma Bergamaschi devia il tiro in modo decisivo. Al 28′ Adami si ritrova il pallone al limite dell’area e prova a piazzarlo col destro a giro alle spalle di Aprile, ma la sua conclusione esce di poco a lato del secondo palo. Al 30′ la Juventus passa in vantaggio: bel lancio lungo di Lenzini verso Zamanian che si ritrova il pallone dopo un intervento difettoso di Agard, entra in area e calcia col sinistro sul secondo palo dove Giuliani tocca timidamente la sfera con due mani non riuscendo così a spedirla fuori dallo specchio della porta. Al 51′ le bianconere raddoppiano: Bonansea lancia in profondità per Stašková che serve di prima col destro Pedersen alla sua sinistra la quale, totalmente libera da ogni marcatura avversaria, colpisce col piatto destro non lasciando alcuno scampo a Giuliani. Al 68′ Thrige Andersen mette un bel traversone in area dalla destra su cui s’avventa Piemonte che si vede murata la conclusione da Aprile, poi la palla giunge a Bergamaschi che calcia abbondantemente alto sopra la traversa col destro. Al 92′ le rossonere accorciano le distanze: Thrige Andersen crossa in mezzo all’area col destro e pesca sul secondo palo Boureille che, arrivata dalle retrovie di gran carriera, schiaccia bene il pallone di testa a terra sul primo palo pietrificando l’incolpevole Aprile.

Milan – Juventus 1-2

Marcatrici: 30′ Zamanian, 51′ Pedersen, 90’+2 Boureille

Milan (3-5-2): Giuliani; Guagni, Agard, Fusetti; Bergamaschi, Jane, Adami (dal 64′ Thrige Andersen), Boureille, Tucceri Cimini (dal 80′ Longo); Thomas, Piemonte (dal 90’+1 Stapelfeldt)

A disposizione: Babb, Cazzioli; Selimhodzic; Miotto, Cortesi

Allenatore: Ganz

Juventus (4-3-3): Aprile; Hyyrynen, Lenzini, Sembrant (dal 64′ Lundorf), Nildén; Zamanian, Pedersen (dal 64′ Cernoia), Grosso (dal 75′ Rosucci); Bonansea (dal 64′ Arcangeli), Stašková, Hurtig (dal 75′ Girelli)

A disposizione: Forcinella; Gama, Boattin; Caruso

Allenatore: Montemurro

Ammonizioni: 36′ Fusetti

Espulsioni: / 

Recupero: 1′ p.t.; 3′ s.t.

Arbitro: Sfira (sezione di Pordenone)

Di Davide Torretta

Redattore presso Cartellino Rosa

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: