Al Centro Sportivo Vismara di Milano la Juventus regola di misura il Milan, grazie alle marcature di Zamanian e Pedersen, e chiude il campionato totalizzando diciannove vittorie su ventidue partite disputate. Per le padrone di casa va a segno solo nel finale Boureille.

Milan 6

Riesce a mostrare più equilibrio rispetto alle recenti sfide con le bianconere, ma manca precisione nei momenti decisivi.

L’allenatore 

Ganz 5,5

L’organizzazione difensiva che impartisce alla sua squadra così come la gestione dei cambi paiono altamente discutibili.

Le calciatrici

Giuliani 5,5

Poco reattiva sul primo gol subito, non trasmette sicurezza alla squadra.

Guagni 6

Schierata all’ultimo minuto causa la defezione di Codina, gioca dignitosamente.

Agard 5

Oggi, come nel resto della stagione, sembra la lontana parente di se stessa…

Fusetti 5,5

Fatica parecchio a stare dietro alle attaccanti bianconere.

Bergamaschi 5,5

Gioca a tutta fascia, ma non risulta efficace in nessuna delle due fasi.

Jane 5

In campo si nota pochissimo, prestazione da dimenticare.

Adami 6,5

Supporta adeguatamente la squadra in ogni zona del campo.

Boureille 7

Mette ordine al centrocampo rossonero e si lancia bene in avanti, come in occasione del gol realizzato in pieno recupero.

Tucceri Cimini 5,5

Non riesce a dare continuità alla sua prestazione nell’arco della partita.

Thomas 6

Cerca spesso d’infastidire la difesa avversaria, ma alla lunga si spegne.

Piemonte 7

Sfrutta benissimo la sua fisicità, le manca solo precisione nella rifinitura.

Thrige Andersen 7

Entra al 64′ e la sua intraprendenza fa cambiare marcia alla sua squadra.

Longo e Stapelfeldt SV

Juventus 6,5

Gioca con la serenità della squadra perfettamente consapevole dei propri mezzi. La vittoria ne è una logica conseguenza.

L’allenatore

Montemurro 7

Schiera il giusto connubio di giocatrici titolari, alza la voce quando serve ed azzecca sostanzialmente tutti i cambi. 

Le calciatrici

Aprile 6

Interviene bene quando necessario, prestazione convincente.

Hyyrynen 6

La penultima recita in bianconero è una prova di grande concretezza.

Lenzini 8

Lascia letteralmente le briciole alle avversarie. Esprime una sicurezza ed una qualità di gioco ai limiti del surreale.

Sembrant 6

Prova di sostanza, concentrata fino al momento della sostituzione.

Nildén 6,5

Nel primo tempo lascia troppi spazi in difesa, nel secondo si corregge bene.

Zamanian 6,5

Parte con grande intensità, ma alla lunga non riesce a mantenerla.

Pedersen 7,5

Giganteggia in mezzo al campo per quantità e qualità. Ottimo gol realizzato.

Grosso 7

Fa benissimo interdizione e verticalizza in modo parecchio interessante.

Bonansea 7,5

Alza i giri del motore sempre nei momenti giusti. Pare in ottima forma.

Stašková 6,5

Si mette bene al servizio della squadra, ma non riesce mai a tirare in porta.

Hurtig 5

Le sue prestazioni cominciano a diventare un caso patologico…

Lundorf 6

Subentra a Sembrant e porta avanti la buona prova della collega.

Arcangeli 6,5

Esordio nella massima serie femminile di grande impatto.

Cernoia 6

Fa rifiatare Pedersen e si limita a smistare palloni quando richiesto.

Girelli e Rosucci SV

Di Davide Torretta

Redattore presso Cartellino Rosa

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: