Nel lunch match di domenica, il Napoli dopo il pareggio in casa dell’Inter ospita una Roma lanciatissima da una serie di sette vittorie che continua da ottobre. La decide la norvegese Haavi dopo 80 minuti senza reti ma con molte emozioni. Lupa che riprende il Sassuolo al secondo posto in classifica, le azzurre restano in zona rossa.

Un primo tempo senza reti ma che regala molte emozioni, le squadre, infatti, si allungano dopo pochi minuti dando vita ad uno scontro di velocità sulle fasce dove regna il contropiede. Prima molte occasioni giallorosse, alcune salvate dall’ex Rachele Baldi con prestigiose parate, poi negli ultimi dieci minuti il Napoli si fa avanti con la personalità di Popadinova impensierendo più volte la linea difensiva capitolina

Nella ripresa cambia il canovaccio con le due formazioni che non riescono a creare tanto quanto i primi quarantacinque minuti.

Brutte notizie per il Napoli, ai 70 minuti Popadinova viene atterrata da Pettenuzzo al limite dell’area, per lei forti dolori al ginocchio, costretta ad uscire. Ammonita la giallorossa

Il risultato si sblocca al 79’, dalla punizione della subentrata Glionna, respinge male Baldi e con tutto lo specchio a disposizione Haavi ribadisce a rete di testa.

Il Napoli tenta il tutto per tutto nell’ultimo quarto d’ora non riuscendo a pareggiare i conti, di misura, la Roma conquista l’ottavo successo consecutivo

NAPOLI-ROMA 0-1

Marcatrici: Haavi 79’

Napoli (4-2-3-1): Baldi; Di Marino, Golob, Abrahamsson, Awona; Severini, Mauri (Tui dal 64’); Colombo (Goldoni dal 64’), Acuti (Pinna dall’84’), Popadinova (Errico dal 74’), Jaimes

A disposizione: Aguirre Gutierrez, Garnier, Toniolo, Corrado, Caputo.

All. Domenichetti

Roma (3-5-2): Lind; Pettenuzzo, Linari, Di Guglielmo; Serturini (Pirone dal 74’), Bernauer (Glionna dal 58’), Giugliano, Greggi, Haavi; Andressa, Lazaro (Borini dal 93’).

A disposizione: Ceasar, Corelli, Pacioni, Bergersen, Battistini, Petrara.

All. Spugna

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: