Nel lunch match domenicale al Tre Fontane si sfidano Roma e Hellas Verona, le giallorosse vogliono confermare il secondo posto con una piccola speranza verso lo scudetto mentre le scaligere già matematicamente in B subiscono un 7-1 pesantissimo, a segno per la Roma Mijatovic, Andressa, Lazaro, Pirone, Glionna e Haug. Arrigoni trova la prima marcatura in A.

Il match si sblocca dopo appena dieci minuti: un’azione da manuale della Roma con Andressa che serve Giugliano al limite dell’area, la dieci alza il cross morbido per Mijatovic al centro e per l’attaccante giallorossa è facile ribadire a rete sotto la traversa.

Il raddoppio giallorosso arriva al 24’ sempre dalla fascia destra, Benedetta Glionna alza il cross perfetto verso Mijatovic che in tuffo di testa firma la sua doppietta personale.

Nella ripresa non cambia il canovaccio della gara con la Roma che fa la partita e dopo sette minuti dal 45’ arriva il tris giallorosso, questa volta la protagonista è Andressa, servita sulla corsa da Paloma Lazaro, la brasiliana anticipa l’uscita di Haland e fa 3-0

Anche Lazaro entra nel tabellone delle marcatrici, al 60’ la spagnola apre il piatto destro sul cross di Joyce Borini, subentrata a Di Guglielmo, e la insacca alla sinistra di Haland.

Al 71’ arriva il goal della bandiera per l’Hellas con la prima marcatura in Serie A per la classe 2004 Giorgia Arrigoni che a tu per tu con Ceasar la insacca alla destra del portiere romeno.

In pochi minuti la Roma mette a segno altre due reti in contropiede, prima Pirone poi Glionna, entrambe brave a spiazzare Haland nell’uno contro uno.

Al Tre Fontane termina con un larghissimo 7-1 per le padrone di casa, con l’ultima rete che porta la firma di Haug, un match senza storia dominato dalle giallorosse che aspettano il risultato della Juventus, un Verona ormai demoralizzato e matematicamente in Serie B

Roma-H.Verona 7-1

Marcatrici: Mijatovic 10’, 24’; Andressa 52’; Lazaro 60’; Arrigoni 71’; Pirone 77’; Glionna 79’; Haug 85’

Roma (3-4-3): Ceasar; Bartoli, Kollmats, Linari; Glionna, Greggi, Giugliano (dal 65’ Bernauer), Di Guglielmo (dal 46’ Borini); Andressa (dall’82’ Bergersen), Mijatovic (dal 71’ Pirone), Lazaro (dal 65’ Haug)

A Disposizione: Lind, Ghioc, Soffia, Pettenuzzo

All. Spugna

Hellas Verona (4-2-3-1): Haland, Miagkova, Horvat, De Sanctis (dall’82’ Quazzico), Ambrosi, Sardu, Lotti (dal 46’ Mancuso), Jelencic, Pasini (dal 46’ Arrigoni), Anghileri (dal 74’ Casellato), Rognoni

A Disposizione: Gritti, Ledri, Marchiori, Oliva, Imprezzabile

All. Brutti

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: