Il Sassuolo conquista la terza vittoria consecutiva contro la Sampdoria a Bogliasco, frutto di ben 13 gol segnati e solo 2 subiti (Sabatino al Bozzi e Fallico proprio a Bogliasco). La truppa di mister Piovani infila l’undicesima vittoria in campionato su quattordici gare disputate, solo Juve e Roma hanno battuto le neroverdi e solo l’Inter col gol in extremis di Bonetti ha fermato il Sassuolo sul pareggio.

La gara contro la Samp ha mostrato una squadra matura e consapevole dei propri mezzi, sempre padrona del campo e del gioco. Solo 3 sbavature:

1- Il palo di Martinez;

2- Il gol di Bianca Fallico;

3- Il palo colpito nei minuti di recupero da Rizza.

Unica nota stonata Alice Benoit: Entra al 62′ al posto di Pondini, ma poi tra l’81’ e l’85’ riceve due gialli evitabili lasciando le compagne di squadra in inferiorità numerica.

Per il resto prova di alto livello da parte di tutte le ragazze. La coppia centrale Filangeri e Orsi continua a dare sicurezza e certezze alla squadra. Con una nota di merito per la numero 20 che è rimasta incollata a Tarenzi per tutto il match, costringendo l’attaccante lodigiana ad allontanarsi dall’area. Le esterne Santoro e Philtjens si sono distinte in fase offensiva, con la 27 vicina al gol in due occasioni. Mentre la belga nel secondo tempo è uscita al 52′ per il troppo nervosismo dopo qualche screzio di gioco con Seghir.

Il centrocampo di Piovani, anche senza Parisi, regala sempre grandi prestazioni nella gestione del pallone. Mihashi ha giganteggiato fisicamente, mentre Pondini ha recuperato un’infinità di palloni dimostrando al tecnico di poter aiutare la squadra. La stella che ha illuminato la scena è stata Kamila Dubcova autrice del momentaneo 2-0 ma anche “tuttocampista“. La ceca riesce sempre a smarcarsi e a proporsi, creando così sempre la superiorità numerica per innescare le punte.

L’attacco del Sassuolo si conferma uno dei reparti meglio assortiti di tutta la Serie A, anzi i numeri dicono che le ragazze di Piovani sono le migliori del campionato. Inoltre le neroverdi oltre a segnare molto si scambiano anche parecchi assist, frutto del grande affiatamento e dello stile di gioco portato dal tecnico.

Clelland 10 gol e 3 assist, Cantore 8 gol e 5 assist, Dubova 7 gol e 4 assist e Bugeja 2 gol e 4 assist. Questi numeri mostrano il grande lavoro in settimana sin dal ritiro estivo per costruire questa splendida cooperativa del gol.

Nel prossimo turno ci sarà una delle partite-verità della stagione contro il Milan. Anche se bisognerà aspettare il 26 febbraio visto che prima ci sarà la Coppa Italia (ritorno contro la Juventus) e poi la sosta per le Nazionali.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: