Allo Stadio Enzo Ricci la Juventus s’impone sulle padrone di casa grazie alla doppietta, di testa, di Cristiana Girelli e si laurea matematicamente campionessa d’inverno. Le neroverdi giocano con ordine nel primo tempo, ma si disuniscono nel secondo, mentre le bianconere tengono in mano il pallino del gioco e colpiscono con notevole cinismo alla distanza.

Sassuolo 6

Nel primo tempo regge bene il ritmo delle avversarie, ma nel secondo troppe imprecisioni in fase difensiva gli costano caro.

L’allenatore 

Piovani 6,5

Le sue ragazze non riescono ad essere pericolose come vorrebbe, ma tengono bene il campo dal primo all’ultimo minuto.

Le calciatrici

Lemey 6

Sostanzialmente inoperosa, incolpevole sui due gol subiti.

Orsi 6,5

Effettua una prova di grande grinta ed abnegazione sulla fascia destra.

Dongus 6

Gioca bene, però commette qualche imprecisione di troppo in impostazione.

Filangeri 7

Sfoggia una prestazione difensiva sontuosa, badando poco alla qualità negli interventi ma molto di più alla sostanza.

Santoro 6

Buona prova, ma soffre molto la fisicità di Bonfantini per tutta la partita.

Parisi 7

Sorregge il centrocampo sulle sue spalle mettendoci davvero l’anima.

Mihashi 5,5

Giostra continuamente tra difesa e centrocampo, ma non emerge.

Dubcová 5,5

Non riesce mai a trovare uno spunto interessante per le compagne.

Benoit 6,5

Connette bene il centrocampo e l’attacco mostrando tanta qualità.

Clelland 6

Prestazione di grande sacrificio, in zona gol però non è pervenuta.

Cantore 7

Tutte le migliori occasioni della sua squadra partono dalle sue giocate.

Bugeja 6

Subentra al 59′ e non riesce ad incidere significativamente.

Pondini 6

Sostituisce Clelland e conferisce più equilibrio al centrocampo.

Cambiaghi SV

Juventus 6,5

Nel primo tempo pasticcia negli ultimi venti metri di campo, ma nel secondo aggiusta il tiro e porta a casa il successo.

L’allenatore 

Montemurro 7

Nonostante le defezioni ed il poco tempo a disposizione per preparare questa sfida, il risultato finale è eccellente.

Le calciatrici

Aprile 6,5

Imprecisa nell’uso dei piedi, ma superlativa in tutti gli altri fondamentali.

Lenzini 7

Non sbaglia praticamente nulla, mostrando una tenuta mentale incredibile.

Hyyrynen 6,5

Chiude ogni linea di passaggio per vie centrali con estrema precisione.

Salvai 6,5

Amministra con grande autorità la sua zona di competenza.

Nildén 6,5

Nel primo tempo fatica ad accendersi, però nel secondo cambia passo.

Bonfantini 6

L’arretramento a centrocampo non le giova, ma non sfigura affatto.

Pedersen 7

Recupera palloni in quantità industriale e dispensa ottimi passaggi.

Zamanian 5

Impalpabile, sbaglia troppo sia in fase di costruzione che d’interdizione.

Bonansea 6,5

Regala delle buone accelerazioni offensive, ma non le concretizza.

Girelli 7,5

Nel primo tempo segna quasi un gol da cineteca, nel secondo poi sale in cattedra e sigla due di colpi testa da cecchina.

Hurtig 5,5

Fuori dal fulcro del gioco, effettua una prestazione anonima.

Boattin 6,5

Entra al 67′ e si fa subito notare ampiamente in positivo.

Rosucci 6

Subentra ad Hurtig ed esegue bene tutte le sue mansioni.

Lundorf, Stašková e Pfattner SV

Di Davide Torretta

Redattore presso Cartellino Rosa

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: