Annunci

La Juve regala l’ennesima prestazione autoritaria della stagione, doppietta di Girelli e la rete di Cernoia stendono il Verona che non riesce mai a creare particolari problemi alle ragazze di Montemurro. Bianconere a punteggio pieno come Milan, Inter, Sassuolo e Roma, ma unica squadra del campionato con 0 gol subiti.

PAGELLE JUVENTUS VOTO 7.

La squadra impone il proprio ritmo sin dalle prime battute e dopo una serie di occasioni pericolose sblocca la solita Girelli,

Aprile 6,5, Hyyrynen 6, Salvai 6, Lenzini 7, Nilden 6 (dal 77′ Boattin 6), Zamanian 6 (dall’82’ Caruso 6), Cernoia 7,5, Bonansea 6 (dall’82’ Bonfantini 6), Hurtig 7 (dal 68′ Rosucci 6), Staskova 6 (dal 68′ Pedersen 6), Girelli 8.

Allenatore: Montemurro 7.

Il tecnico bianconero schiera una squadra molto offensiva col doppio centravanti Girelli-Staskova con Hurtig e Bonansea sulle corsie esterne, la scelta paga vista la pioggia di occasioni create che legittimano il largo vantaggio.

Top3

Girelli 8: Fa le prove generali del gol col destro ma su 2 corner di Cernoia fa valere la sua fama di colpitrice di testa: Una Sentenza!

Cernoia 7,5: Imposta a centrocampo per innescare le punte e rifinisce per i gol di Girelli con 2 assist sontuosi, suo anche il gol del 3-0.

Lenzini 7: Prestazione maiuscola con coperture preventive sempre precise e puntuali che hanno interrotto sul nascere le poche sortite offensive del Verona: Prova di grande maturità.

PAGELLE VERONA voto 5,5.

La formazione veronese copre gli spazi e si affida alla velocità di Cedeño per creae problemi alla difesa juventina, ma dopo un avvio equilibrato col passare dei minuti la Juve spadroneggia.

Keizer 7, Ledri 6, Ambrosi 5,5, De Sanctis 5,5, Jelencic 6, Lotti 6 (dal 70′ Rognoni 6), Errico 5,5, Catelli 5,5 (dal 79′ Mancuso sv), Nilsson 5,5 (dal 70′ Quazzico 6), Anghileri 5,5 (dal 70′ Dahlberg sv), Cedeño 6,5 (dal 79′ Marchiori sv).

Allenatore: Pachera 5,5.

Il tecnico scaligero schiera una formazione prudente ma che non rinuncia a riversarsi nella metà campo juventina, col passare dei minuti però la Juve fa valere il maggiore tasso tecnico.

Top3

Keizer 7: Vola da un palo all’altro come Ed Warner dei tempi d’oro, prova in tutti i modi a salvare il Verona ma non può nulla sulle reti di Girelli e Cernoia.

Cedeño 6,5: E’ la più vivace delle attaccanti, è solo merito di Aprile se al 17′ non è riuscita a sbloccare la sfida.

Jelencic 6: Accompagna spesso la manovra in fase offensiva, anche se spesso è costretta a ripiegare per contenere le offensive juventine.

Di Cartellino Rosa

Cartellino Rosa è un blog sportivo amatoriale, sostenuto dalla passione per il calcio femminile di alcuni ragazzi, con l'obiettivo di darà visibilità a questo mondo.

Rispondi