La Sampdoria esce sconfitta dalla trasferta di Milano, dopo una prima frazione dominata dalle nerazzurre nell’intervallo Cincotta prova a cambiare le carte in tavola inserendo Ana Lucía Martínez. La guatemalteca con la compagna di squadra Rincòn ha riportando il punteggio in parità. Poi la maggiore qualità della rosa di Rita Guarino ha permesso alle nerazzurre di siglare il quarto e decisivo gol.

Nel primo tempo è esistita solo una squadra (l’Inter), ma la rete nel finale di tempo di Fallico ha ridato morale alle blucerchiate. Buona prova nel complesso (soprattutto nella ripresa) considerando anche la salvezza già acquisita. Nel secondo tempo Martinez ha permesso alle blucerchiate di attaccare con maggiore frequenza la profondità, cosa che nei primi 45′ con Tarenzi e Martinovic non era praticamente mai avvenuto.

Tra le note positive sicuramente Martinez, protagonista del super avvio blucerchiato. Inoltre a centrocampo Fallico, galvanizzata dal gol, ha ritrovato morale nei secondi 45. Anche l’ex di turno Rincòn, dopo i primi 45′ fuori dal gioco, ha preso per mano la squadra. In difesa Giorgia Spinelli conferma la sua strepitosa stagione, abile negli scontri aerei e sempre ben posizionata. Infatti il gol di testa di Marinelli, che ha regalato all’Inter i 3 punti, è arrivato nel duello con Pisani.

Tra le note negative Wagner (sostituita al 60′ da Battelani) non è riuscita a dare ritmo e tempi di gioco alla manovra blucerchiata. In difesa invece Giordano e Pisani sono state le meno brillanti. Con la prima in grande difficoltà (soprattutto nel primo tempo) e la seconda sovrastata in area da Marinelli in occasione del 4-3 interista.

Nel prossimo turno, domenica 27 marzo alle 14:30, la Sampdoria affronterà il Napoli in piena corsa salvezza. Dopo il KO contro le nerazzurre alla Samp non resta che difendere il sesto posto (25 punti) dagli assalti di Pomigliano (19 punti con una gara da recuperare), Empoli (19 punti) e Fiorentina (18 punti).

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: