Dopo l’andata disputata in casa delle Albanesi, è venuto il momento per la Juventus di mettersi alla prova tra le mure amiche.

Le ragazze di Coach Leka Nikolin sono reduci di una sconfitta per 2 – 0, dove sono andate a segno Girelli e Hurtig. Le Albanesi dovranno ribaltare il risultato per poter accedere al turno successivo di UWCL, anche se non sarà affatto facile contro un avversario di alto livello qual è il team di Montemurro.

PROBABILI FORMAZIONI

Juventus: Peyraud – Magnin, Hyyrynen, Gama, Salvai, Boattin, Rosucci, Zamanian, Caruso, Bonansea, Girelli, Cernoia

Vllaznia: Buhigas, Misini, Gjini, Tidder, Maliqi, Franja, Krasniqi, Berisha, Curraj, Doci, Lufo

LA PARTITA

Le ragazze juventine sono pronte a riconfermarsi, per ufficializzare definitivamente il loro passaggio del turno e continuare a vivere il sogno Europeo, approdando ai gironi.

Diverse sono le giocatrici che sono pronte al meglio. Contro la Fiorentina, Barbara Bonansea ha messo a segno una doppietta ed ha affermato di essere in uno stato di ottima forma.

Martina Rosucci si è dimostrata una vera guida del centrocampo, organizzando sempre nel modo corretto il possesso palla, posizionando la squadra nei momenti di difficoltà con l’aiuto del capitano Sara Gama, che dopo vari problemi fisici, ha dato una prova più che sufficiente contro la Viola e sarà pronta anche quest’oggi a difendere la porta e guidare al meglio la difesa Bianconera.

Le ragazze della Vlazznia sono sicuramente pronte a dare tutto, come visto nella partita precedente una dei pericoli più temibili è Megi Doci, ottima guida dell’attacco che più volte a cercato di sorprendere la difesa Bianconera, improvvisando dribbling e giochi di passaggi.

Ormai non hanno più niente da perdere, ma solo da guadagnarci e per questo le bianconere non dovranno sottovalutare la sfida, rimanendo concentrate fino al fischio finale.

Di Cartellino Rosa

Cartellino Rosa è un blog sportivo amatoriale, sostenuto dalla passione per il calcio femminile di alcuni ragazzi, con l'obiettivo di darà visibilità a questo mondo.

Rispondi