Annunci

Dopo il primo impegno in Serie A e i primi preliminari in Champions dove ci son stati ben pochi problemi, per la Juventus è arrivato il momento di affrontare la squadra albanese del Vllaznia, ultimo ostacolo per le bianconere da scavalcare per raggiungere i gironi.

Le ragazze di coach Montemurro arrivano da una vittoria per 3 a 0 contro la neopromossa in Pomigliano, mentre le albanesi di Coach Leka Nikolin sono reduci dalla vittoria in UWCL contro il Ferencvàrosi Torna Club, dopo i calci di rigore.

Probabili formazioni

Juventus (4-4-2): Peyraud-Magnin; Hyyrynen, Gama, Salvai, Boattin; Rosucci, Zamanian, Caruso; Bonansea, Girelli, Cernoia.

Vllaznia (4-4-2): Buhigas; Misini, Gjini, Tidder, Maliqi; Franja, Krasniqi, Berisha, Curraj; Doci, Lufo.

La partita

La Juventus è pronta a tutto per continuare a vivere il sogno europeo, stando alle partetie svolte fino ad ora nella compatizione, una delle giocatrici più temibili è Barbara Bonansea, la quale arriva da una doppietta straordinaria contro la squadra Austriaca del St. Polten, come dichiarato da lei uno dei suoi sogni è proprio quello di vincere la competizione in bianconero.

Arianna Caruso sta dimostrando ad ogni partita di potersi confermare come la grande stella del centrocampo bianconero.

La difesa bianconera, un muro molto difficile da superare, sarà guidata dalla solita Sara Gama, la quale insieme alle compagne di reparto, è sempre pronta a difendere la porta, dove Peyraud – Magnin nel caso è pronta a difendere al meglio i propri pali.

Il Vllaznia arriva come già detto da una partita vinta ai rigori, ed è altrettanto pronta a dimostrare le sue capacità, favorite anche dalla partita svolta sul loro campo e da una buona esperienza internazionale, data dal dominare il proprio campionato ogni anno.

Pericolo numero uno la stella Megi Doci, ricercata più volte da alcuni club italiani, a cui non è sfuggito il suo talento, come non è sfuggito a noi di Cartellino Rosa.

@JuventusWomen

Di Cartellino Rosa

Cartellino Rosa è un blog sportivo amatoriale, sostenuto dalla passione per il calcio femminile di alcuni ragazzi, con l'obiettivo di darà visibilità a questo mondo.

Rispondi