Le bianconere battono il Vllaznia grazie a due reti siglate nel primo tempo, partita sempre sotto controllo da parte delle ragazze di Montemurro che superano il primo ostacolo. Adesso testa al campionato e poi ci sarà il ritorno a Torino per accedere ai gironi.

Primo brivido al 7′ col piatto destro di Girelli a lato di un soffio dopo una deviazione sul cross basso di Hurtig, passano 5′ e la 10 stavolta non perdona col colpo di testa perentorio di Girelli sul cross di Hyyrynen. Passano 2′ e Boattin cerca il raddoppio col mancino ma Buhlgas ferma la 13 bianconera, la Juve amministra il possesso palla mentre il Vllaznia si affida solo al contropiede. Al 39′ Hurtig serve Boattin che si accentra e incrocia col mancino ma Buhlgas respinge, passano 2′ e Girelli imbuca per l’inserimento di Rosucci che cerca il diagonale mancino ma Buhlgas blocca a terra. Nel finale di tempo arriva il raddoppio juventino con l’autorete di Lufo che beffa il proprio portiere sul corner di Cernoia così al duplice fischio si va a riposo sul 2-0 Juve.

Nella ripresa Hurtig cerca il tris con un tap-in ravvicinato ma Buhlgas respinge, al 61′ Halilaj si libera al tiro dall’interno dell’area e calcia col mancino ma Hyyrynen respinge il tiro col piede. Al 67′ bella combinazione tra Hurtig e Staskova con la svedese al cross basso per l’ennesimo inserimento di Boattin che calcia ma trova il portiere ben piazzato, nel finale Caruso entra in area e incrocia col sinistro mancando il bersaglio non di molto così al triplice fischio la Juve vince 2-0.

Vllaznia-Juventus 0-2

Marcatrici: Girelli (J) 12‘, Lufo (J) aut. 43′

Vllaznia (4-4-2): Buhlgas; Zarka (Ramadani 46′), Gjini, Tidder, Maiqi; Krasniqi, Halilaj, Curraj; Lufo (Sattler 46′), Doci.

A disposizione: Raxhimi, Synaj, Vuksani, Bajraktari, Garcia, Piranaj, Gjerji, Kodrea, Levenaj, Leba.

Allenatore: Leka.

Juventus (4-3-3): Peyraud-Magnin; Hyyrynen, Lenzini, Salvai, Boattin; Rosucci (Staskova 63′), Zamanian, Cernoia (Caruso 63′); Bonansea (Bonfantini 63′), Girelli (Beccari 93′), Hurtig (Niden 79′).

A disposizione:Aprile, Soggiu, Gama, Lundorf, Pedersen, Giai.

Allenatore: Montemurro.

Arbitro: Sabina Bolic (Croazia).

Assistenti: Ivona Pejic (Croazia) – Gordana Katušić (Croazia).

Quarto ufficiale: Jelena Pejković (Croazia).

Ammonite: Halilaj (V) 11′, Sattler (V) 59′, Bonfantini (J) 65′

Note: recupero p.t. 0, recupero s.t. 3′.

Stadio: Loro Boriçi (Shkodër).

Di Cartellino Rosa

Cartellino Rosa è un blog sportivo amatoriale, sostenuto dalla passione per il calcio femminile di alcuni ragazzi, con l'obiettivo di darà visibilità a questo mondo.

Rispondi