All’AOK Stadion di Wolfsburg si disputa, in una serata fredda, la sfida valida per la quarta giornata del girone A di UWCL. Le due compagini nove giorni fa si sono date grande battaglia in campo, ed entrambe sanno bene che devono portare a casa un successo per effettuare un significativo passo in avanti verso la qualificazione ai quarti di finale.

Al 31′ la Juventus, dopo aver sofferto molto l’inizio ad altissima intensità delle tedesche, riesce a creare la prima occasione offensiva di rilievo della partita: il Wolfsburg pasticcia in difesa su un lancio lungo delle bianconere, Bonansea recupera palla, si accentra bene col sinistro seminando diverse avversarie con delle finte ubriacanti e poi tira a rete, ma la sua conclusione viene deviata provvidenzialmente da Wedemeyer a portiere battuto, poi Rosucci tenta subito un altro tiro col destro che viene però murato ancora da Wedemeyer e successivamente Bonansea arriva di gran carriera e tenta una nuova conclusione col destro di prima intenzione, ma con scarsa coordinazione, che finisce abbondantemente a lato. 

Al 53′, dopo un inizio di secondo tempo scoppiettante da ambo le parti, la Juventus passa in vantaggio: Rosucci recupera palla sulla trequarti e serve bene Girelli larga sulla fascia destra, la quale poi guarda rapidamente verso l’area avversaria e mette un cross di destro col contagiri per Hurtig che viene anticipata maldestramente al centro in marcatura da Hendrich la quale devia col fianco sinistro il pallone nella propria porta. Al 93′ le bianconere raddoppiano: ripartenza fulminea di Bonansea che, in campo aperto, corre sulla fascia sinistra, attira su di sé le avversarie e serve dalla parte opposta Stašková che col destro trafigge ad incrociare Schult, disturbata in modo decisivo dalla scivolata disperata della compagna Wedemeyer.

Wolfsburg – Juventus 0-2

Marcatrici: Hendrich (autogol) al 53′; Stašková al 90+3′

Wolfsburg (4-3-3): Schult; Hendrich; Wedemeyer; Janssen; Doorsoun-Khajeh (dal 78′ Svava); Oberdorf; Roord; Lattwein; Knaak (dal 58′ Bremer); Waßmuth; Huth

A disposizione: Weiß; Kassen; Wilms; Blässe; Starke; Smits; Blomqvist; van de Sanden; Cordes 

Allenatore: Stroot

Juventus (4-3-3): Peyraud-Magnin; Lenzini (dal 84′ Hyyrynen); Gama; Salvai; Boattin; Rosucci; Pedersen; Cernoia (dal 22′ Caruso); Bonansea; Girelli (dal 71′ Stašková); Hurtig (dal 84′ Bonfantini)

A disposizione: Aprile; Soggiu; Nildén; Lundorf; Zamanian; Beccari; Pfattner

Allenatore: Montemurro

Ammonizioni: Oberdorf al 58′; Gama al 66′, Rosucci al 90+1′

Espulsioni: /

Recupero: 1° tempo 2′; 2° tempo 4′

Arbitro: Huerta De Aza (Spagna)

Di Davide Torretta

Redattore presso Cartellino Rosa

Rispondi