Il Verona dopo essere, fortunosamente, andato in vantaggio a Bogliasco subisce la reazione della Sampdoria. Le blucerchiate nel secondo tempo ritrovano il fuoco che le aveva permesso di salvarsi in netto anticipo sulla tabella di marcia. Coach Brutti assiste a una gara dai due volti. Il primo tempo a ritmi bassissimo con le sue ragazze avanti nel punteggio dopo l’erroraccio di Tampieri, il secondo invece con la Samp in netto controllo.

Nota positiva Rognoni che sfrutta il disimpegno errato di Tampieri per depositare in rete al 22′, poi qualche guizzo ma senza sorprendere Spinelli e compagne. Per il resto solo le centrali Ambrosi e Quazzico sollecitata dalle punte blucerchiate si sono messe in mostra. Poca incisività sulle corsie esterne sia in difesa sia in attacco.

La mediana nella ripresa non ha mai messo in difficoltà le giocatrici di casa, mentre in fase difensiva hanno faticato a contenere soprattutto gli inserimenti di Seghir. Cedeño ha provato a involarsi da sola ma la calciatrice gialloblu è andata letteralmente a sbattere contro la muraglia delle ragazze di Cincotta.

Veronica Brutti chiude la stagione con un KO, ma i rimpianti per questo campionato sono solo che attribuibili alla costruzione sbagliata della rosa. Poco competitiva per reggere i ritmi della Serie A. Nella prossima stagione le scaligere ripartiranno dalla Serie B per tentare il ritorno a 12 mesi di distanza.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: